L'OGGI E' LA NOSTRA VITA

L'OGGI E' LA NOSTRA VITA

Giorgio
fu un giovane
entusiasta della vita,
convinto nella fede,
esemplare nell'azione.
 
Sopportò la malattia
con coraggio:
immobile,
privo della parola.
 
I suoi occhi
continuavano ad avere
sguardi limpidi.
 
Morì bene
come visse bene.
 
Il sacerdote,
che celebrò il funerale,
all'omelia
lesse il suo testamento.
 
Diceva:
“La mia anima
è tra le mani di Dio.
 
Voi,
che mi amate,
non rattristatevi
come chi non ha speranza.
Continuo ad esservi vicino
più che mai.
 
Dio
ha permesso la partenza
per amore.
 
Mamma e papà,
siate serene e fiduciosi.
Avete dato vostro figlio
a Dio:
non abbiate rimpianti.
 
Arrivederci
nella Casa del Padre”.
 
L'emozione fu grande.
Molti dei presenti piansero.
Nei cuori di tutti
c'era una certezza:
“In questa vita
si costruisce
la propria eternità”.
 
Il futuro è incerto.
Il passato non c'è più.
 
E' nel presente
che possiamo
conquistare il Tutto
o perderlo per sempre.
 
L'oggi è la nostra vita.

Scarica la Briciola...