LA FORZA DEL PERDONO

LA FORZA DEL PERDONO

Un cammello
incontra un dromedario
 
e incomincia
a prenderlo in giro:
 
"Che vedo?
Un cammello sbagliato:
 
invece di due gobbe
ne hai una sola".
 
Il dromedario
sghignazza e risponde:
 
"Sono io a vedere
una stranezza:
 
un dromedario
con due gobbe".
 
L'uomo del deserto
li interrompe e sentenzia:
 
"Siete sbagliati
proprio tutti e due:
 
non nella gobba
ma nel cuore".
 
Non giudicate
e non sarete giudicati.
 
Non condannate
e non sarete condannati.
 
Perdonate
e sarete perdonati.
 
Con la mente libera
riderete di più:
 
il risentimento
avvelena la vita,
 
il perdono
dà ossigeno all'anima.
 
Perdonate subito,
risparmierete tempo.
 
Perdonate per primi,
ne trarrete beneficio.
 
Rinunciate alla vendetta,
sarete nobili e forti.
 
Il nemico si arrende
non quando è esausto,
 
ma quando voi rifiutate
di combatterlo.
 
Se smettete di odiare,
potrete parlare di pace.
 
Se superate i rancori,
la famiglia avrà futuro.
 
II perdono è un gesto
umile e difficile:
 
riuscirete a compierlo,
se avrete tanta speranza.
 
Perdonare
è il mestiere di Dio.

Scarica il testo...