L’AMORE DI GESÙ 

L’AMORE DI GESÙ

A Betlemme
erano chiuse
le porte delle case.

 Oggi purtroppo
sono chiuse
le porte dei cuori.
 
Eppure
cerchiamo amore:
ci sentiamo soli.
 
Le porte dei cuori
sono troppo dure
per aprirsi da sole.
 
Gesù, occorre
la tua pazienza
che sa aspettare:
 
la pazienza
del bimbo che giace
nella mangiatoia,
 
con gli occhi aperti
a cercare un volto
che gli sorrida,
 
con la mani alzate
in attesa che qualcuno
lo sollevi e lo abbracci.
 
Tu, Gesù,
con pazienza ci aspetti:
per te siamo preziosi.
 
Aspetti chi è solo,
povero, ferito,
malato, deluso;
 
chi è senza casa,
senza lavoro,
senza dignità.
 
Il tuo amore
non conosce riserve
e non fa preferenze:
  
è immenso,
incondizionato,
tenace.
 
Rispetti con bontà
i nostri tempi
e le nostre lentezze.
 
ma le tue braccia
sono sempre pronte
ad accoglierci.
 
Ci insegni
come corrisponderti
tra le vicende della vita:
 
«Qualunque cosa
farete al più piccolo,
la farete a me».
 
Quanto è difficile
ritrovare te
in ognuno dei fratelli!
 
Quanta fatica
a superare paure,
egoismi e prevenzioni!
 
La Tua Presenza
cambia radicalmente
la vita e il cuore.
 
Grazie! Signore Gesù
fatto bambino
come i nostri bambini:
 
ti contempliamo
nella tua piccolezza
e potente pazienza.
 
Dove non arrivano
le nostre forze,
agisce il tuo Amore.
 
Tu ci fa più coerenti,
più spontanei,
più altruisti.

Scarica il testo...