AL COMPIMENTO DEI MIEI 75 ANNI DI VITA

75 anni: un giorno come tanti altri, ma segnato da ricordi incancellabili; è il traguardo oltre il quale per tanti sacerdoti finiscono gli impegni ufficiali.
 
A questa età diventa prezioso il silenzio.
Il silenzio è come una casa che accoglie e avvolge di dolce tepore.
 
Nel silenzio presi la decisioni più importanti.
Nel silenzio feci crescere in me la Parola che avrei annunciata agli altri.
Nel silenzio combattei le mie battaglie per restare fedele alla mia missione.
Nel silenzio pregai per la gente che avrei incontrato e supplicai per comprenderla.
Dal silenzio qualche volta fuggii perché mi sembrava pesante e arido.
 
Sperimento quanto il silenzio sia abitato: abitato da un'assemblea festosa di angeli, arcangeli, cherubini e serafini che cantano la gloria del Signore alla quale sarò associato; abitato da una galassia di santi e di amici celesti che mi fanno ricordare che sono nato per lodare Colui che mi ha donato tutto.
 
Grazie silenzio, soprattutto perché mi permetti di parlare più familiarmente con il mio Signore.
 
Signore, fammi conoscere le ricchezze del silenzio che mi doni e non cesserò d'esserti riconoscente.

Torna alle testimonianza...