ATTIRERÒ TUTTI A ME

ATTIRERÒ TUTTI A ME
 
Luca e Roberto sono due fratelli:
dieci e otto anni.
 
Arrivai nel loro cortile
mentre stavano giocando con le calamite,
avute in dono dal papà.
 
Mi spiegarono le leggi del campo magnetico.
Mi fecero vedere che
la calamita attira a sé i metalli,
purché
siano nel suo raggio d’azione
e non superino la sua potenza;
raccoglie anche gli spilli
nascosti nella sabbia.
 
Luca e Roberto erano contenti
di vedermi interessato e coinvolto.
 
Mentre li osservavo,
un altro gioco più serio e più vitale
mi rapì:
il gioco dell’amore di Dio.
 
Gesù disse:
“Quando sarò innalzato da terra,
attirerò tutti a me”.
 
Pensai al Crocifisso.
Sentii fortemente
che non c’è amore più grande
di chi dà la vita.
 
Tra me sussurrai:
“Signore, tu sei la mia forza.
Tu salvi chi è sommerso nella polvere”.
 
Uno dei fratelli specificò:
“La calamita non può far nulla
se il metallo è lontano o troppo pesante”.
 
Così
chi ha la coscienza pesante
o non si avvicina a Lui,
non può sentire l’attrattiva di Dio.

Scarica la Briciola...